Lo schifo della Provincia di Milano, supermacchine e contabilità allegra

Il presidente della Provincia di Milano, Guido Podestà, ha contestato duramente coloro che ne chiedono l’eliminazione.

Bisognas riconoscere che , dal suo punto di vista ha delle ragioni da vendere.

Appena insediato ha dichiarato che in cassa non c’era una lira, ma lui non poteva fare btutte figure e perciò ha preteso l’auto blu nuova.

Un Berluschino come lui non poteva accontentarsi di una delle Ford Focus appena noleggiate dalla provincia per la modica spesa di 564.230,40 euro.

Lo sfigato e sfrontato Reuccio della Provincia Milanese ha preteso, alla faccia della crisi, un Audi 8 a trazione integrale permanente, cambio automatico, per una spesa di 119.923,20 euro.

Il lato comico-grottesco-nausante della faccenda è incredibile, la Supercar ha il tettuccio trasparente e lui ha preteso che fosse modificata perchè il lampeggiante magnetico non aderiva al tettuccio essendo quest’ultimo non di ferro ma di altro materiale. Una modifica che ha avuto un costo notevole che, aggiunto a quello della macchina è diventata una spesa nauseante.

Naturalmente i Leghisti suoi complici in quella giunta schifosa si sono bel guardati dal protestare.

Non lo hanno fatto per distrazione ma perchè 3 di loro hanno ricevuto in cambio della rinuncia all’auto blu un rimborso di 51.600 euro all’anno equivalenti a 30.000 euro netti.

Si deve notare che fra i Leghisti allignano fior di asini, ma quando si tratta di “Sghei” si trasformano in ottimi ragionieri.

Forse è per questo che le Provincie in Italia sono come la torre di Pisa che Pende, Pende, ma mai la vien giù!

Lo schifo della Provincia di Milano, supermacchine e contabilità allegraultima modifica: 2011-07-12T11:20:52+02:00da briccones
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento